decreto “semplificazioni” . . . ma dobbiamo crederci?