Coronavirus, bollettino e contagi Covid in Italia. Tabella del 30 ottobre

Bollettino sull’epidemia di Coronavirus in Italia. Primi dati dalle Regioni, in attesa del documento complessivo del ministero della Salute, con gli aggiornamenti su contagi, casi totali, attualmente positivi, morti, guarti, ricoveri e terapie intensive. Il virus intanto corre nel resto del mondo. Il bilancio dei casi di Covid a livello planetario ha superato quota 45 milioni, un milione in più in soli due giorni. Secondo i conteggi della Johns Hopkins University, le infezioni a livello globale sono 45.028.250. I morti sono 1.181.075. Gli Stati Uniti registrano il record assoluto di contagi: oltre 91 mila in più in 24 ore. Record di casi anche in Germania dove per la prima volta è stata superata la soglia dei 18mila.

VIDEO Covid, in fuga da Parigi prima del nuovo lockdown: lunghe code

Tornando in Italia, Guido Bertolaso, ex capo della Protezione civile, questa mattina ha detto che “prima ci chiudiamo tuti in casa e meglio è. Rischiamo tra poco più di due settimane di ritrovarci nei guai”. Il Piemonte va verso la didattica a distanza al 100% alle superiori, stop in Campania alle scuole dell’infanzia. Proteste in Puglia per la chiusura degli istituti. I sindacati di settore appoggiano la posizione del ministro Azzolina: “Chiudere le scuole deve essere l’ultima spiaggia”. Berlino ha decreto tutta Italia ‘zona rossa’, tranne la Calabria.

Notizie locali / Campania

“Oggi abbiamo registrato 3.186 positivi su 18.650 tamponi”, 83 più di ieri, ha reso noto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della diretta Facebook con la quale, ogni venerdì, fa il punto sulla situazione coronavirus in regione.

Veneto

In Veneto sono 3mila i nuovi positivi in 24 ore (3.012), 54.256 in totale. I ricoverati sono 877, 122 i pazienti in terapia intensiva, 20 in più nelle ultime 24 ore I morti sono 17 in più, 2.388 dall’inizio della pandemia. Così il presidente della Regione Luca Zaia, incontrando i giornalisti. “In Veneto è asintomatico il 98% dei positivi oggi – ha specificato -. Abbiamo una crescita esponenziale dei positivi, però l’alta quota di positivi la intercettiamo in virtù di una fase di testing importante, 30mila tamponi al giorno. Il totale dei tamponi è 2.310.397. “I dati ci dicono – ha concluso – che i positivi sul totale dei tamponi rispetto a marzo sono la metà. Non giustifico nulla, ma questi sono i numeri”.

Toscana

Sono oggi 2.765 i nuovi positivi in Toscana (2.278 identificati in corso di tracciamento e 487 da attività di screening) su un totale di 41.723 casi, registrati dall’inizio dell’epidemia. I nuovi casi sono il 7,1% in piu’ rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei casi odierni è di 45 anni circa. I tamponi eseguiti sono 17.834 in più rispetto a ieri, superando il traguardo indicato dal presidente Eugenio Giani di 17.500 tamponi giornalieri.

Umbria

Fanno registrare una nuova impennata i nuovi casi giornalieri di Covid in Umbria nell’ultimo giorno, 729 contro i 694 di ieri, 9.696 totali, a fronte dei quali però corrisponde un aumento minino (non accadeva da settimane) dei ricoverati in ospedale, passati da 301 a 302 e da 41 a 42 in intensiva. Emerge dai dati aggiornati della Regione. Ci sono però altri due morti, 121, e 132 guariti, 3.404, con gli attualmente positivi passati da 5.576 a 6.171. Analizzati nell’ultimo giorno 3.487 tamponi.

Marche

Sono 524 i casi positivi nelle Marche. Il servizio Sanità della Regione comunica che sono stati testati 3.565 tamponi: 1.968 nel percorso nuove diagnosi e 1.597 nel percorso guariti. Dei 524 nuovi casi, 117 sono stati rilevati in provincia di Macerata dove i contagi salgono a 2.698, 220 ad Ancona (3.768), 44 a Pesaro-Urbino (3.674), 49 a Fermo (1.379), 62 ad Ascoli Piceno (1.612) e 32 da fuori regione (488). Ieri i nuovi casi erano stati 686 con 2.372 tamponi eseguiti. I positivi odierni comprendono 71 soggetti sintomatici.