Un aiuto REALE ai titolari di RISTORANTI ‼️LEGGETE CON ATTENZIONE 🙋👍

SOS RISTORANTI, FRATELLI D’ITALIA AVVIA UNA CAMPAGNA LEGALE CONTRO IL GOVERNO

Fratelli d’Italia ha deciso di evidenziare in modo ancor più intenso il proprio supporto al mondo della ristorazione, dei bar e delle attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande.
I titolari di tali attività, grazie a FDI, potranno aderire gratuitamente ad un’azione comune d’indennizzo con la quale far valere in giudizio i propri interessi.

Di seguito tutte info utili per poter aderire all’iniziativa che non comporterà nessuna spesa per l’esercente.

CHI PUO’ ADERIRE?
Possono aderire i ristoratori e tutte le attività di somministrazione di cibi e bevande come pub, osterie, bar.

COME ADERIRE?
Per aderire è necessario: mandare una mail a sosristoranti@fratelli-italia.it in cui l’esercente riferisce la volontà di aderire. Successivamente verrà mandata una mail con le istruzioni utili per procedere alla vera e propria azione giudiziaria.

ENTRO QUANDO ADERIRE?
Entro il 15 febbraio con tutti i documenti richiesti. La mancanza di anche solo uno dei documenti o un vizio negli stessi comporta l’esclusione automatica. Il termine è tassativo. Difatti, una volta chiuso, si procederà alla notifica dell’atto e quindi non potranno essere aggiunte parti.

COSA CI GUADAGNA L’ESERCENTE?
In caso di accoglimento, verrà corrisposta a titolo di indennizzo una somma come eventualmente disposto dal Giudice.

COSA COMPORTA PER L’ESERCENTE?
Comporta che dovrà aderire nelle forme e nei modi indicati dal movimento. Se non si rispettano queste formalità si è esclusi dall’iniziativa.

SI PUO’ RINUNCIARE ALLA CAUSA UNA VOLTA INIZIATA?
Si, basterà mandare una pec in cui l’esercente che ha partecipato all’azione giudiziaria dichiara di volervi rinunciare.

QUANTO COSTA PER L’ESERCENTE?
Nulla. Come precisato nella lettera di conferimento di incarico all’Avv. Silvia Marzot che seguirà la causa, non deve essere corrisposto nulla dall’aderente all’iniziativa.

COSA “RISCHIA” L’ESERCENTE?
Nulla. Anche nel caso in cui la causa non sia accolta, non dovrà corrispondere nulla neppure a titolo di spese legali o di soccombenza.

CHE TEMPI HA LA CAUSA?
Non sono definibili a causa della lentezza della giustizia italiana. Purtroppo non si tratterà di pochi mesi, questo è certo.

NON MI E’ CHIARA UNA COSA…
Qualora abbiate dei dubbi potete scrivere a sosristoranti@fratelli-italia.it